19 Sep

Salve a tutti cari lettori, in questo sabato così soleggiato, tocca finalmente a me!

La mia tappa del blog tour di “Morgan e l’orologio senza tempo” vuole spiegare meglio il viaggio della giovane Morgan, a bordo della sua nave, la Queen Morgan.

TRAMA

Morgan è un giovane capitano che vive la sua vita all’insegna della pirateria, con la sua fedele ciurma sempre al seguito. Avidità, vanità e presunzione sono tra le sue doti migliori, ne dispensa a profusione mescolandole a una forte ironia e sprezzo del pericolo; nulla di strano, trattandosi di un pirata, peccato che Morgan sia una affascinante piratessa! Un giorno una serie di inspiegabili eventi segnerà il preludio di un’avventura che la porterà a scoprire il suo passato, nonché a segnare il futuro e le sorti della terra in cui vive. Tra inseguimenti, battaglie, inganni e colpi di magia, il capitano e i suoi compagni diventeranno i custodi di un segreto molto antico e di un preziosissimo monile: un misterioso e minuscolo orologio da taschino, le cui lancette stanno ferme sulle dodici esatte… Silvia Roccuzzo esordisce con un fantasy ricco di azione e di sentimento; la straordinaria capacità narrativa, la pienezza delle descrizioni e la sicura padronanza di una vicenda tanto complessa quanto accattivante, fanno di questo romanzo una lettura sorprendente per gli amanti del genere ma anche per chi vi si accosta per la prima volta, in cerca di qualcosa di assolutamente nuovo.

LA MIA TAPPA: Il viaggio!

Durante questo folle viaggio la Queen Morgan attracca in molti luoghi diversi, e in ognuno di essi si creano nuove dinamiche e situazioni che porteranno il lettore ad incuriosirsi sempre di più…

TRANNEPORT E’ la prima tappa di questo viaggio, nonché il primo luogo descritto, e la prima avventura, è Tranneport un luogo dove ritroviamo pirati falliti e mendicanti, e dove le liti sono all’ordine del giorno. Qui Morgan incontra un suo vecchio amico, John, in una vecchia locanda che fa da ritrovo per tipi non troppo raccomandabili, in occasione del suo compleanno. Successivamente si ritroverà a LOFFEN  “era un piccolo paesino attraversato da una spaziosa strada centrale e da alcune strade minori”. Qui Morgan incontra a sorpresa la sua sorellina Lanè, che l’accompagnerà per l’intero capitolo. Nello stesso momento si ritrovano a dover andare al palazzo, dove non mancheranno le solite zuffe e avventure della nostra amata piratessa! Prossima tappa di Morgan risolta essere il villaggio di Bretin, che è un villaggio costruito dagli sciamaghi nel mezzo di una foresta, qui le case sono molto piccole e vicine tra loro, ricoperte da rampicanti.

Successivamente arriverà a Dankar che è la base di ladri e briganti, e come abbiamo già detto poco fa, anche questa costruita dagli Sciamaghi. Potremmo considerare questa città molto simile per lo stile di vita, seppur più grande, a Tranneport.

Gli ultimi due posti che segnano il viaggio della giovane sono TEELDAR e le ROVINE DEL CASTELLO DEL REGNO DI MIRO che sembrano essere davvero diverse dai luoghi precedenti! Infatti Teeldar è una città costituita perlopiù da ricchi palazzi e strade ben curate. Nel secondo luogo, o meglio prima di raggiungerlo, la nostra protagonista e la sua ciurma troveranno dinanzi a loro un lago capace di mostrare il lato peggiore di ognuno di loro.

Ho cercato di illustrarvi in breve quello che per me è stato il viaggio di Morgan, e di conseguenza i luoghi e gli avvenimenti cruciali che avvengono in questi posti. Molte cose non le ho descritte, in quanto credo che la magia di un libro sta proprio nel mistero che lo avvolge e che da lo sprint al lettore di proseguire ed andare avanti fino alla fine. Perciò mentre all’inizio ho accennato qualcosina in più, alla fine del viaggio ho parlato solo dei luoghi che incontra la protagonista. Spero l’articolo vi sia piaciuto e che possa avervi interessati.

Un caloroso saluti a tutti voi lettori <3

Commenti
* L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato sul sito Web.
QUESTO SITO È STATO CREATO TRAMITE